Comune di Reggio Emilia

Home Aree tematiche Relazioni Internazionali Tutti i progetti Reggio AfricaAnni '80

Anni '80

Ultimo Aggiornamento: 10/01/2012

1987/93
Mandela di Nani Tedeschi

A Reggio Emilia
Benny Nato dell’African National Congress tiene una lezione sull’apartheid all’assemblea aperta degli studenti di Reggio.
Bruna Ganapini e Giuseppe Soncini sono invitati alla conferenza internazionale dell’African National Congress ad Arusha (Tanzania)
Oliver Tambo si reca in visita ufficiale a Reggio Emilia, lo accoglie il sindaco Giulio Fantuzzi
Alla conferenza African National Congress di Johannesburg “Dall’apartheid alla pace, democrazia e sviluppo” è invitata il sindaco di Reggio Emilia Antonella Spaggiari con Claudia Casoni
Bruna Ganapini, Leda Spaggiari e Olga Fornaciari sono invitate al matrimonio di Josina Machel, figlia di Samora e Graca Machel, qui incontrano Nelson Mandela.

Nel mondo
In Sudafrica diventa presidente Frederik Willem de Klerk che annuncia la disponibilità al negoziato.
In Italia vengono raccolte 50.000 firme per una legge popolare di sanzione economica del Sudafrica.
I Simple Minds incidono il singolo “Mandela Day”.
L’11 febbario Mandela viene liberato.
Vengono abrogate le leggi che vietano i partiti di opposizione.
In giugno vengono abolite le principali leggi dell’apartheid. Rientrano gli esiliati politici. Iniziano i negoziati tra Np e African National Congress nell’ambitro della Covention for a democratic South Africa (Codesa)
In Sudafrica si svolge un referendum sulla transizione. Il 66% degli elettori bianchi approva la politica negoziale del governo. Il 27 aprile si svolgono le prime elezioni multirazziali.
Il 7 agosto ha luogo il primo incontro diretto a Roma tra il Presidente mozambicano, Joaquim Chissano e il leader della Renamo, Alfonso Dhlakama.
Il 4 ottobre viene firmato presso la Comunità di S. Egidio l’accordo generale di pace che prevede, oltre al cessate il fuoco e alle garanzie sul periodo di transizione preelettorale, le modalità di costituzione dell’esercito unico. Viene
stabilita la consegna delle armi alla forze dell’Onu; a causa di disaccordi tra le parti, c’è un intervento diretto dell’Onu, con l’invio di osservatori civili e una forza di pace di 7.500 soldati (Onumoz), in gran parte composta da italiani.
In Sudafrica estremisti di destra uccidono Chris Hani, leader del partito comunista. Il rischio di guerra civile è scongiurato salla convocazione del Multiparty negotiating forum e dall’approvazione di una Costituzione provvisoria.
Mandela e De Clerk ottengono il Nobel per la pace.
Alla seconda conferenza mondiale sui diritti umani di Vienna, davanti ad oltre 7000 delegati, in rappresentanza di 171 stati e 800 Ong, viene approvato con votazione unanime un Programma d’Azione per la promozione e la tutela dei diritti umani nel mondo.
Viene tra l’altro istiuito l’ Alto commissariato per i diritti umani, con sede a Ginevra, che promuove l’effettiva applicazione di “tutti i diritti umani per tutti”.
Nelle prime elezioni libere l’African National Congress ottiene il 63% e 262 seggi su 400; il Np è al 20%.
Mandela viene eletto presidente.
Il Sudafrica rientra nell’Onu, nel Commonwealth e in altre organizzazioni regionali.
Mozambico: in ottobre, alle prime elezioni democratiche, sotto l’egida dell’Onu, Chissano (Frelimo) è rieletto, sconfiggendo Dhaklama. Ma la Renamo ha il 38% e la maggioranza a centro e nord.
Viene proclamata l’indipendenza della Namibia.
L’Onu approva la Dichiarazione della decade per l’educazione ai diritti umani (1994-2005).

1986
A Reggio Emilia
Il Comune di Reggio Emilia assegna la cittadinanza onoraria a Desmond Tutu e Albertina Sisulu.
Due vie della città sono intitolate ai “Martiri di Soweto” e ad “Albert Luthuli”.
Mons. Gilberto Baroni, vescovo di Reggio Emilia, fa visita alla città di Pemba.
Parte da Ravenna la nave Cris, diretta a Pemba con gli aiuti di “Noi con voi”.
In seguito alle violente e infondate polemiche sull’operazione “Noi con voi” Giuseppe Soncini si dimette da assessore.

Nel mondo
A seguito dell’insurrezione delle township viene dichiarato lo stato di emergenza in tutto il Sadafrica. Viene abrogata la legge sui lasciapassare.
In ottobre Samora Machel muore in un misterioso incidente aereo in territorio sudafricano.
Gli succede Joaquim Alberto Chissano, già ministro degli esteri.
Si riaccende la guerra civile in Mozambico.
In ottobre il congresso americano rende illegale ogni investimento in Sudafrica.

1985
A Reggio Emilia
Alla conferenza internazionale dell’African National Congress in Zambia Reggio Emilia (unica città europea) viene dichiarata “Forza costituita contro l’apartheid.”
Parte l’operazione “Noi con voi” per la cooperazione tra popoli.
Il ministro dell’educazione del Mozambico, Graca Machel, fa visita a Reggio Emilia

Nel mondo
Nasce, dalla fusione di 33 organizzazioni sindacali, il Cosatu (Congress of South African Trade Unions).
Il regime razzista offre a Mandela la libertà in cambio della rinuncia alla lotta, ma questi rifiuta.
La Renamo continua le sue offensive e gli attacchi terroristici; Machel denuncia l’occulto sostegno del Sudafrica.
Una grave siccità in Mozambico decima il bestiame e riduce del 25% la produzione di grano.
L’Onu vara misure restrittive come l’embrago sul commercio delle armi, la cessazione delle esportazioni di petrolio, la sospensione degli scambi culturali e sportivi. Tra le azioni positive gli aiuti finanziari alle vittime e ai paesi della Csadc che hanno subito le conseguenze della situazione sudafricana.
In luglio si tiene a Londra, Filadelfia e altre città il “Live Aid”, un megaconcerto per raccogliere fondi per la Somalia (saranno complessivamente 150 milioni di sterline).
In Italia nasce il Coordinamento nazionale contro l’apartheid che supporta l’azione dell’African National Congress (ora rappresentato da Benny Nato), fa pressioni sul governo per interventi contro il regime razzista e fa da punto di riferimento per le varie iniziative presenti sul territorio.
Firenze assegna la cittadinanza onoraria a Mandela.
Con la legge 73 dell’8 marzo viene istituito il Fondo aiuti italiani.

1984
A Reggio EmiliaLa nave Rea Silva arriva a LuandaParte da Livorno la “Seconda nave della solidarietà”, Rea Silva, salutata da Sam Nujomae Thami Sindelo.

Nel mondo
Inizia il ritiro dell’esercito sudafricano dall’Angola.
Samora Machel e il presidente sudafricano P. W. Botha firmano il patto di non aggressione a N’Komati, in base al quale il Sudafrica ritira il suo appoggio alla Renamo e il Frelimo all’African National Congress.
In dicembre viene approvata la “Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura”.
Il Consiglio di sicurezza chiede il ritiro delle truppe sudafricane dall’Angola.
Nasce l’Awepa, l’associazione dei parlamentari dell’Europa occidentale contro l’apartheid con oltre 2000 aderenti.
The Specials dedicano a Mandela la canzone “Free Nelson Mandela”.

1982/83
A Reggio Emilia
Il Comune di Reggio Emilia pubblica il primo libro di Nelson Mandela “La lotta è la mia vita”. Il ritratto dell’autore in copertina è di Nani Tedeschi
Si svolge a Reggio Emilia la prima riunione clandestina dei rappresentanti esteri dell’African National Congress.
Partecipano: Pallo Jordan, Anthony Mongalo, Ruth Marufati, Johnstone Makatini.
Oliver Tambo chiede a Reggio Emilia di disegnare e forgiare le medaglie Isitwalandwe.
Il “comitato unitario” organizza a roma la “seconda conferenza nazionale di solidarietà coi popoli dell’africa australe”. Si decide di mandare una seconda nave della solidarietà.

Nel mondo
L’ala dura del National Party forma il Conservative Party.
La costituzione sudafricana viene riformata concedendo una limitata partecipazione alle minaranze coloured e indiana in un parlamento tricamerale.
Nasce l’Udf (United democratic Front) una organizzazione ombrello che riunisce più di 600 gruppi di base non razziali e anti-apartheid.
Il IV Congresso del Frelimo decide importanti cambiamenti nel programma economico del governo (riduzione dei grandi progetti agricoli, priorità ai piccoli investimenti e alle piccole unità agricole e industriali).
Viene lanciata la campagna internazionale per la liberazione di Mandela.
Si tiene la seconda conferenza internazionale contro il razzismo e la discriminazione razziale.
Si svolge la conferenza di Parigi sulla Namibia.
Roma conferisce a Mandela la cittadinanza onoraria.

1981
Machel in Sala Tricolore
A Reggio Emilia
Samora Machel, presidente del Mozambico, è in visita ufficiale a Reggio Emilia.

Nel mondo
Si estende la guerriglia della Renamo in Mozambico.
Viene adottata a Nairobi la Carta africana dei diritti dell’uomo e dei popoli; sottoscritta da tutti 53 i membri dell’Unione Africana è entrata in vigore il 21 ottobre 1986.
Viene approvata la Dichiarazione sull’eliminazione di tutte le forme di intolleranza e discriminazione religiosa.
Nasce a Brescia l’Associazione Italia Mozambico.

1980
Gli aiuti in mostra a ReggioA Reggio Emilia
Parte dal porto di Genova Amanda, la prima nave della solidarietà.
Approda a Luanda (Angola) e poi a Maputo (Mozambico).

Nel mondo
Tutu viene arrestato con altri 51 religiosi per adunata sediziosa e gli viene ritirato il passaporto.
Machel lancia una campagna contro corruzione, inefficienza e burocrazia nelle imprese statali, e vara un piano di sviluppo economico, i cui programmi sono danneggiati dal deterioramento dei rapporti con il Sudafrica.
Il regime bianco in Rhodesia collassa e nasce lo Zimbabwe. Il primo ministro è il leader del partito nazionalista Robert Mugabe.
Nasce la Sadcc, comunità per lo sviluppo dell’Africa meridionale sorta per controbilanciare il peso politico ed economico del Sudafrica.
Peter Gabriel incide Biko.