Area sanitaria

Ultimo Aggiornamento: 10/01/2012

Centro salute e maternità Eduardo Mondlane (2006-2010)
Il progetto - finanziato attraverso contributi della Regione Emilia Romagna, del Comune di Reggio Emilia, delle circoscrizioni e dei centri sociali della città e associazioni e circoli locali collegati ad Arci Solidarietà - si è proposto di migliorare le condizioni socio sanitarie della popolazione giovanile e femminile della città di Pemba, Mozambico in un’area in espansione della città. (quartiere di Eduardo Mondlane).
Il progetto ha permesso la:

  • Progettazione, costruzione ed equipaggiamento di un centro maternità e salute in un quartiere periferico della città (Eduardo Mondlane) in stretto raccordo con la Direzione Provinciale della salute, la Municipalità di Pemba.
  • Sviluppo delle condizioni gestionali del centro attraverso il coinvolgimento di personale sanitario direttamente assunto dalla direzione provinciale della salute.
  • Avvio delle attività sanitarie e ospedaliere (parti, controlli e attività di prevenzione verso le madri gravide e le neo mamme).
  • Interventi di sensibilizzazione delle fasce giovanili rispetto alla diffusione del virus HIV-AIDS e rispetto alla pratica del test volontario.
  • Interventi di sensibilizzazione rispetto alle donne della comunità sulla trasmissione verticale del virus anche attraverso il coinvolgimento di figure autorevoli e riconosciute della comunità (parteiras, lider comunitari).
  • Azioni di rafforzamento del Centro salute come punto informativo e di sensibilizzazione all’interno del quartiere Eduardo Mondlane (quartiere in espansione della città).
  • Costruzione della recinzione al centro al fine di tutelare la privacy delle persone e garantire sicurezza delle attrezzature.

La Municipalità di Pemba ha avuto un ruolo rilevante nel progetto grazie alla quale si è identificata l’area (zona di espanzione), progettazione dell’edificio e messa in rete con associazioni locali del territorio. Ciò ha permesso una maggior legittimazione del ruolo locale del Comune ed affermazione delle sue capacità di collaborazione con partner esteri. A fianco della Municipalità, fondamentale è stato inoltre il ruolo del Direttorato provinciale della salute (DPS): la progettazione e costruzione del centro salute si è realizzata grazie alla stretta collaborazione con i funzionari deputati alla costruzione e gestione dei centri saluti. Questa collaborazione ha permesso di garantire al centro l’impiego nel centro di personale sanitario direttamente assunto dalla DPS. A fianco delle istituzioni, ruolo importante ha avuto Aro Mozambique: associazione giovanile di rilevanza nazionale, che agisce con azioni di sensibilizzazione e informazione verso studenti, giovani dei bairros e dei villaggi limitrofi. In Italia, sono stati coinvolti Arcisolidarietà (associazione giovanile impegnata sui temi della cooperazione e della solidarietà, strettamente legata ad Arci e ai circoli giovani sul territorio di Reggio Emilia che ha sviluppato, in collaborazione con ARO Mozambique, azioni di sensibilizzazione attraverso la musica, il video, il teatro, azioni di porta a porta . il Gruppo di volontariato civile (GVC): ONG di Bologna che ha agito come il soggetto attuatore in loco.