Reggio Emilia per le zone del terremoto

Data di pubblicazione: 15/02/2017

Prosegue l'impegno del Comune di Reggio Emilia per i due comuni di Montegallo e Caldarola.

A oggi sono in tutto 25 le persone partite per le zone del terremoto, tra personale amministrativo e tecnico, educatori, funzionari del servizio sociale e agenti della Polizia municipale.

Da agosto a ottobre gli sforzi si sono concentrati nella zona di Montegallo e Force, mentre dopo la scossa del 30 ottobre, quando tutta la popolazione di Montegallo è stata evacuata sulla zona costiera, gli aiuti reggiani sono stati dirottati soprattutto su Caldarola. Un'ulteriore missione è stata compiuta sul territorio di Accumoli, dove è stato dato un contributo per il censimento e tutela dei beni culturali.

A Caldarola l'apporto dei reggiani si è concretizzato nella stesura di atti amministrativi, ordinanze urgenti, assistenza informatica, censimento dei danni, stesura dei progetti per la scuola, animazione dedicata agli studenti.
Nel caso della scuola di Caldarola, che contava 250 alunni, i tecnici del Comune hanno predisposto il progetto di una mensa refettorio con cucina esterna per consentire agli studenti di rimanere a scuola anche durante l'ora di pranzo.
La Polizia municipale si è occupata invece sopratutto di vigilanza del territorio. Oltre al pattugliamento delle strade, fondamentale è il servizio notturno di vigilanza anti-sciacallaggio effettuato tra le rovine del paesino di Caldarola. Durante il giorno le pattuglie della Municipale si occupano invece di tenere i contatti con le varie frazioni del Comune raccogliendo le esigenze e i bisogni dei pochi abitanti che sono rimasti all'interno dei piccoli borghi. Notevole è anche l'impegno degli agenti per nutrire gli animali abbandonati.
Non è mancata, inoltre, la solidarietà tra colleghi: gli agenti hanno, infatti, aiutato il personale della Polizia municipale di Caldarola, i cui uffici sono stati sepolti dalle macerie, ad allestire uno spazio provvisorio.
Durante l'emergenza neve di fine gennaio, infine, due agenti della Polizia municipale, con in dotazione un mezzo a trazione integrale in grado di muoversi più agevolmente tra strade impervie e neve, sono andati in aiuto dei Vigili del Fuoco di Caldarola. Durante questa missione, gli agenti si sono concentrati non soltanto nel pattugliamento anti-sciacallaggio, ma hanno anche dato un sostegno concreto alla popolazione rimasta, soprattutto gli anziani e persone con difficoltà motorie, e un aiuto agli animali in difficoltà per la neve.

Dal momento in cui la Regione Emilia-Romagna ha attivato i Comuni per portare aiuto nelle zone terremotate, sono sei le pattuglie della Polizia municipale di Reggio Emilia che si sono avvicendate con contingenti alternati a Caldarola.

A sostegno delle zone colpite dal terremoto, si ricorda che è attivo il conto corrente aperto dal Comune di Reggio Emilia per raccogliere fondi da destinare ai territori piegati dagli eventi sismici di queste ultime settimane.