Casalecchio di Reno

Data di ultima modifica 02/05/2013

Casalecchio di Reno (BO)

Contributo al Network
Da tempo il Comune di Casalecchio di Reno ha avviato una politica dell'immigrazione trasversale a vari settori dell’Amministrazione comunale, delle altre istituzioni territoriali e del terzo settore, improntata a costruire occasioni di dialogo e di interazione tra persone italiane, immigrate o giovani di origine straniera. Questo perché la differenza e la multiculturalità sono riconosciute come valori che arricchiscono la vita sociale e culturale della città.
L’ottica in cui tutti operiamo è quella del coinvolgimento e della partecipazione attiva di un’intera cittadinanza nella costruzione di spazi, urbani e simbolici, organizzando gli strumenti affinché i nuovi arrivati possano accedervi e sviluppare in più direzioni le potenzialità di incontri e scambi di reciproca convenienza.
Convivere, operare, amministrare ed educare nella logica del pluralismo è una grande scommessa che ci vede impegnati come persone e come Amministrazione da vari anni: il raccordo con la realtà del Network è stato ricercato per la sua dimensione nazionale alla costruzione di una società multietnica di cui le cittadine e i cittadini di Casalecchio di Reno, nuovi o autoctoni, sono parte.

Descrizione:
Nel nostro Comune il rapporto dei cittadini stranieri rispetto agli italiani passa dal 3,84% del 2002 al 12,18% del 31 dicembre 2011, che corrisponde al 10,8% (3.936 residenti) del totale della popolazione residente (36.264 residenti).
La popolazione residente al 31/12/2011 risulta quindi composta da un totale di 36.264 persone, di cui Maschi 17.082 (47,10 %) e Femmine 19.182 (52,90 %).
La popolazione straniera residente al 31/12/2011 risulta composta da un totale di 3.936 persone (10,8% della popolazione totale) di cui Maschi 1.767 (44,90%) e Femmine  2.169 (55,10%).
I residenti comunitari rappresentano il 27,15% della popolazione straniera. I residenti extracomunitari rappresentano il 72,83 % della popolazione straniera.
A partire dal 2007 i Rumeni sono la comunità più numerosa, seguono gli Albanesi che dal 2008 occupano saldamente la seconda posizione e i Moldavi che hanno superato nel 2010 sia i Marocchini che i Filippini. A seguire le provenienze dall’Ucraina, Pakistan, Cina e Paesi dell’Africa centrale.
I minori stranieri costituiscono il 21,39% del totale degli stranieri residenti e il 15,11% del totale dei minori residenti. Nell’anno scolastico 2011-2012 nei tre Istituti Comprensivi di Casalecchio di Reno la percentuale di alunne/i di cittadinanza non italiana è del 14,26% sul totale (458 alunne/i stranieri su un totale di 3.211 alunne/i).
I cittadini stranieri che hanno acquisito la cittadinanza italiana nel 2011 sono stati 28. 

Principali priorità

Per accogliere e rispondere a istanze, bisogni e opportunità emergenti dalle diverse realtà del territorio, si conferma necessario continuare a impegnarsi su più fronti come la scuola, il lavoro, l’ambito sociale e le tematiche delle donne immigrate, con interventi strutturati e progettazioni culturali ed educative, condivise e partecipate con le famiglie, le associazioni del territorio e le scuole.  Contribuiscono alla costruzione di un dialogo interculturale in condizioni di reciprocità e di pari opportunità anche la Consulta Comunale dei Cittadini Stranieri e degli Apolidi, che sviluppa la sua azione di raccordo tra i cittadini stranieri e la nostra Città, e la Commissione Mosaico Pari Opportunità d’InSieme, organismo di promozione e attuazione delle politiche di Pari Opportunità dei nove Comuni del Distretto di Casalecchio di Reno. Dal 2010 l’Amministrazione comunale promuove in ottobre la settimana dell’Intercultura “Incontri di MoNdi”, un calendario di eventi che ha lo scopo di sensibilizzare, educare e creare coesione sociale rispetto ai temi delle pluralità culturali presenti nel territorio. Dal 2000 il progetto ‘Mondo in Classe’ garantisce alle scuole del territorio circa 36 ore settimanali di interventi di operatori interculturali per la facilitazione all’inserimento scolastico di alunne/i provenienti da altre culture e loro famiglie e per percorsi di educazione interculturale rivolti a classi e insegnanti.
Infine, a partire dal 2010, i nove Comuni dell’ambito Distrettuale hanno costituito per la gestione associata dei Servizi sociali l’Azienda Consortile Interventi Sociali Valli del Reno Lavino e Samoggia (ASC) “Insieme”. Le principali attività consolidate sono il progetto “Badando’ (teso a favorire la domiciliarità degli anziani, la qualificazione del lavoro di cura delle assistenti familiari e il contrasto al lavoro nero delle badanti), il “Prestito sull’onore’ per l’integrazione lavorativa della popolazione immigrata e per adulti in situazione di povertà o disagio sociale, la gestione di un’area sosta per 48 residenti rom italiani e l’accoglienza di 15 profughi africani provenienti dalla Libia.

Approfondimenti esterni Comune di Casalecchio di Reno