Unione dei Comuni del Rubicone

Data di ultima modifica 21/03/2014
Savignano sul Rubicone

Contributo al Network
L’UNIONE DEI COMUNI DEL RUBICONE  costituita nel 2005 comprende i Comuni di Savignano sul Rubicone, San Mauro Pascoli  e Gatteo ed ha in gestione i servizi socio assistenziali ed educativi delle tre amministrazioni.  Inoltre è Ente capofila per le funzioni tecniche, amministrative e gestionali relative alle attività e ai progetti inseriti nel  Piano per la salute e il benessere sociale  per i Comuni del distretto: Borghi, Cesenatico, Gambettola, Longiano, Roncofreddo e Sogliano al Rubicone. Dal 1 settembre 2012 la gestione delle attività relative all'immigrazione sono state trasferite all'ente Asp-Rubicone (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona).
Il territorio dell'Unione dei Comuni è da diversi anni soggetto a cambiamenti sociali che si evolvono in maniera rapida e complessa. L'arrivo degli immigrati provenienti da altri paesi  è ormai un processo strutturale e ineludibile. Si tratta di persone attirate dal settore dell’industria manifatturiera, dell’agricoltura   e del turismo che sono gli ambiti lavorativi ed economici prevalenti nel territorio.

DESCRIZIONE
La popolazione residente nei Comuni del Distretto Rubicone Costa aggiornato all’1.01.2012 è di 91.511 persone di cui 10.848 di origine straniera, pari al 11,85%.
Il Comune di Savignano s/R ha una popolazione di 17.823 residenti di cui 2754 stranieri (15,45%);
il  Comune di S. Mauro Pascoli  11.463 residenti di cui 1514 stranieri (13,21%);
il Comune di Gatteo  9107 residenti di cui 1189 stranieri (13,06%).
Il dato relativo all’incidenza dei residenti stranieri sul totale dei residenti è un dato che supera l’incidenza anche di comuni più grandi che hanno una presenza più numerosa di stranieri,  sia in Provincia che in Regione. Sicuramente questo dato va a influenzare la percezione che i cittadini italiani hanno sul tema “immigrazione e sicurezza”.
Le nazionalità prevalenti sono Albania, Marocco, Cina, Senegal, Romania, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Ucraina, Tunisia , Bulgaria.
La presenza femminile rispecchia quella provinciale che supera il 50%.
La presenza dei minori nelle scuole a.s. 2010-2011 sul totale di 10.618 alunni è di 1461 stranieri pari al 13,75%
Le nuove Cittadinanze nell’anno 2011 sono state 107.

PRINCIPALI PRIORITA’
La priorità della programmazione sociale nel territorio dell'Unione dei Comuni, per quanto riguarda l'inserimento della popolazione immigrata è declinata in una molteplicità di azioni, progetti e interventi.
Azioni formative per la promozione di un approccio in campo interculturale in collaborazione con Enti  di Formazione e Università
- Formazione rivolta agli operatori dei servizi socio-educativi sui temi dell’immigrazione e dell’intercultura
- Progetti di integrazione scolastica rivolti agli alunni stranieri
- Promozione di un Corso di Alta Formazione per operatori  “Flussi migratori, percorsi di inserimento e contesti locali” in collaborazione con l’Università degli studi di Bologna-Polo Didattico di Forlì
- Percorsi formativi per docenti, educatori, insegnanti di L2 sul tema della “Gestione delle classi multiculturali e facilitazione dell’apprendimento per tutti gli studenti” in collaborazione  con il laboratorio ITALS dell’Università Cà Foscari  di Venezia
Formazione al lavoro, corsi di lingua italiana e informatica rivolta ai cittadini stranieri adulti
- Azioni di ricerca e  orientamento per l’inserimento lavorativo di giovani immigrati in età di apprendistato in qualità di partner di progetti finanziati dal FSE
- Progetti di Orientamento e  Apprendimento della lingua italiana, educazione civica, informatica
- Progetti innovativi sul tema del lavoro di cura
Promozione dello scambio e della conoscenza della diversità culturale in collaborazione con realtà del territorio che operano in ambito culturale, artistico, educativo
Feste dei popoli, eventi sportivi, mostre  all’interno di eventi organizzati da commercianti, mostre  fotografche inseriti in eventi internazionali realizzati a livello locale (SI Fest), incontri con rappresentanti dei paesi d’origine.
Promozione di tavoli di programmazione a supporto della programmazione sociale
Costruzione di reti tra scuola, ente locale, asl, associazioni sindacali, associazioni culturali e di promozione sociale
Lotta contro la discriminazione e promozione di pari opportunità
Promozioni di incontri e attività all’interno della rete antidiscriminazione regionale e del progetto “Oltre la Strada”

Allegatiscarica il documento  Rubicone.tutti i tavoli.pdf
Approfondimenti esterni Unione dei comuni del Rubicone